PMI: una realtà in espansione tra Italia e Francia

La Francia e l’Italia sono l’una per l’altra dei partner economici fondamentali. La Francia è il secondo cliente e il secondo fornitore della Penisola, dopo la Germania, mentre l’Italia è il terzo fornitore e il quarto cliente della Francia. Le regioni privilegiate dai frontalieri sono quelle più vicine, l’Ile-de-France ma anche l’Auvergne-Rhone-Alpes, e poi Provence-Alpes-Cote d’Azur.

Il legame delle PMI italiane con l’economia francese è già molto forte. Oggi ben 1800 imprese italiane sono attive in Francia e impiegano circa 130.000 dipendenti e si sta assistendo ad un vero e proprio boom degli investimenti italiani in Francia. Le aziende del Bel Paese che sono attive sul suolo francese, tra cui colossi come Ferrero e Barilla ma soprattutto PMI, operano nei più svariati settori, dall’agroalimentare alla meccanica. La Francia è vicina, sembra più facile da capire e dunque le PMI che si affacciano fuori dai confini nazionali preferiscono spesso cominciare da questo paese.

Le PMI italiane stanno vivendo oggi un periodo di eccezionale vitalità sia sul terreno dell’internazionalizzazione sia in termini di innovazione. Ci sono larghi margini di crescita e di miglioramento rispetto agli standard dei nostri principali partner europei. Ma è anche vero che, secondo quanto emerge dal recente sondaggio di EU Attractive Survey del 2017, il 40 % degli investitori vede crescere nei prossimi tre anni l'attrattività dell’Italia. E il dato riguarda, In particolare, il settore delle PMI. La vitalità di queste imprese è favorita sia in Italia che in Francia dal sostegno politico, consapevole della necessità di sostenere le PMI nel settore manifatturiero e nelle filiere hi-tech.

stock exchange 3087396 960 720

Un esempio di questo sostegno nella regione Provence-Alpes-Cote d’Azur è il parco tecnologico di Sophia Antipolis. In questo polo quasi futuristico le PMI hanno l’opportunità di confrontarsi, sfruttare il loro potenziale e collaborare a progetti intersettoriali e transfrontalieri. Un insieme di misure sostiene direttamente i progetti innovativi con sistemi di coaching e mentoring al fine di accompagnare questo sviluppo, rendendo la regione ancora più allettante agli occhi di tanti italiani!

Le portrait du mois #1

"LE PORTRAIT DU MOIS", da Lilas Spak, redattrice della guida Costazzura

« LA DAME DES CIMES » 

Ripresa dell’immobiliare nel dipartimento delle Alpi Marittime

Bilancio del progetto True Italian Taste

Nizza, la città innovativa che conquista investitori stranieri

Continuano gli investimenti italiani in Costa Azzurra. Gli italiani, attratti da una costa straordinaria e dai prezzi meno elevati rispetto alla Riviera ligure, continuano ad investire nel settore immobiliare. Gli italiani infatti, proprietari del 10% degli appartamenti nizzardi, sono il popolo straniero più presente nella regione. Investendo principalmente in mono e bilocali nel centro città e sul lungo mare, detengono 22'000 abitazioni nella regione di cui 8'700 a Nizza (il 69% delle abitazioni appartenenti a non francesi).

Spinti dal desiderio di aiutare i propri clienti a finanziare i propri progetti e a gestire le operazioni necessarie per acquistare un appartamento, molteplici banche italiane hanno deciso di aprire una filiale in Costa Azzurra. Tali banche sostengono anche i commercianti e gli imprenditori transalpini a sviluppare un’attività alberghiera o di ristorazione nel dipartimento Alpi-Marittime.

businessman 3075837 960 720

Una delle città più attraenti per gli investitori, spinti ad acquistare dai bassi tassi di interesse e dai prezzi di vendita più bassi rispetto ad altre località della Costa, è Nizza. Città dinamica ed attiva, la città di Nizza continua ad investire nel settore dei servizi e nell’innovazione. Le numerose iniziative proposte per la riqualificazione della città, quali la costruzione di una linea tranviaria che collegherà il porto all’aeroporto, porteranno probabilmente ad un aumento del valore degli immobili del +20%.

Dopo una riduzione degli acquisti di residenze legata ai recenti attentati nel Paese, che fortunatamente non ha mai raggiunto livelli drammatici, il mercato immobiliare della Costa Azzurra ha ripreso a crescere. La stabilità del mercato e lo sviluppo costante di importanti progetti innovativi hanno riconquistato la fiducia degli investitori.

La Francia, Terra di Gastronomia