Pain, Amour et Chocolat, decima edizione: una gradita conferma

Si è appena conclusa la decima edizione di Pain, Amour et Chocolat, uno degli eventi più importanti tra quelli organizzati dalla Chambre de Commerce Italienne, in collaborazione con la città di Antibes Juan-les-Pins e la Chambre de Métiers et de l'Artisanat Région PACA. 
 
La festa raddoppia: una scelta premiata dal pubblico
Per festeggiare il decimo anniversario del salone, all’appuntamento tradizionale a cavallo del 14 febbraio, festa di San Valentino, gli organizzatori hanno deciso di aggiungere quello dal 18 al 21 febbraio, scelta che si è rivelata vincente, visto il successo di pubblico, con circa 30.000 presenze registrate su 7 giorni.
Una fiducia consolidata, a dimostrazione della qualità del lavoro della Chambre de Commerce Italienne, dei co-organizzatori e dei partner, i quali hanno giocato un ruolo importante nella riuscita della manifestazione.
 
Continua la collaborazione franco-italiana
 
Continua la collaborazione tra la Chambre de Commerce Italienne e i partner francesi, la Ville Antibes Juan-les-Pins e la Chambre de Métiers et de l'Artisanat Région PACA. All’inaugurazione ufficiale del Salone il sindaco del Comune di Antibes, Jean Leonetti, ha sottolineato l’importanza della cooperazione tra i due paesi per la valorizzazione delle rispettive produzioni artigianali di qualità e l’apprezzamento per un evento che richiama in città migliaia di visitatori, tanto da lanciare l’idea di associare la prossima edizione alla festa del Martedì Grasso, che sarà ispirata al Carnevale di Venezia.
 
Prodotti di qualità e savoir-faire in primo piano
 
L’area di circa 3.000 mq, allestita sull’ Esplanade du Pré des Pêcheurs di fronte a Port Vauban, ha accolto 45 espositori italiani e francesi: il pubblico ha potuto gustare, oltre al cioccolato, re della manifestazione, prelibatezze di ogni forma e provenienza, dai cannoli siciliani alle focacce, passando per i macarons fino al panettone, senza dimenticare vini, formaggi e salumi di eccellenza. Ma, se i prodotti alimentari sono i padroni indiscussi del salone, largo spazio è stato dedicato anche al savoir-faire degli artigiani, che hanno proposto al pubblico idee regalo originali in occasione della festa degli innamorati: cappelli, borse, bigiotteria e artigianato artistico di varie tipologie. 
 
Un ricco programma di animazioni molto apprezzato 
 
Le numerose animazioni che hanno ravvivato il salone sono state molto apprezzate dal pubblico, grazie alla loro qualità e varietà, e hanno ottenuto una grande risonanza sui canali sociali, particolarmente su Facebook, Twitter e Instagram, coinvolti direttamente anche con il concorso per il miglior “selfie” in coppia sul salone.
Atelier di disegno per bambini, degustazioni alla cieca in coppia, dimostrazioni, proiezione di film a tema culinario, oltre ai due concorsi di punta della manifestazione: il “grande gioco di Pain, Amour et Chocolat” e il Concorso di pasticceria per principianti. Quest’ultimo ha visto la partecipazione, tra i giurati, di Roxane, concorrente del popolare programma televisivo  “Le Meilleur Pâtissier” su M6, che ha incantato il pubblico con la sua grazia e simpatia.
A rendere ancora più interessanti giochi e concorsi hanno contribuito i premi in palio, offerti dalla Chambre de Commerce Italienne: cesti con prodotti tipici italiani di eccellenza, pranzi nei ristoranti certificati dal marchio Ospitalità Italiana, viaggi in Liguria con pernottamento in hotel 3 stelle e il noleggio di Fiat 500 per l’intero week end.
 
Una comunicazione efficace
 
Oltreché sulla consolidata reputazione del salone, gli organizzatori hanno potuto contare su una campagna di comunicazione a tutto tondo per sostenere il successo di questa edizione. Alle tradizionali affissioni urbane nella città di Antibes si sono aggiunte quelle sui bus di Nizza e Cannes che, unitamente agli spot su tre popolari stazioni radio e alle inserzioni sulle due testate giornalistiche più diffuse,  hanno contribuito a promuovere l’evento in tutta la Costa Azzurra e nell’entroterra.
Senza dimenticare la distribuzione dei volantini , le locandine e il marketing diretto attraverso le newsletter inviate dalla dalla Chambre de Commerce Italienne ai suoi 60.000 contatti.
 
Tiriamo le somme
 
Il bilancio di questa decima edizione non può che essere positivo: un successo ottenuto grazie all’accurata organizzazione, alla consolidata collaborazione tra gli organizzatori e alla qualità dei prodotti proposti dagli espositori.
Sette giorni intensi che hanno ravvivato la magnifica Esplanade du Pré des Pêcheurs e hanno premiato gli espositori e il pubblico, a conferma che la manifestazione è ormai entrata nel cuore degli “Azuréen”. Arrivederci dunque nel 2017 per una undicesima edizione che si annuncia promettente.
 

Monaco Yacht Show: l'esperienza del lusso

Settembre è il mese dei rientri, e anche per il mondo della nautica inizia una nuova stagione. 

Dopo il Festival de la Plaisance di Cannes, torna puntuale come ogni anno il Monaco Yacht Show, l’evento che per tre giorni riunirà nelle acque del Principato di Monaco i più lussuosi yacht della scena internazionale. 

Dal 25 al 28 settembre, al Port Hercule, più di 100 imbarcazioni saranno a disposizione di appassionati e di acquirenti potenziali per conoscere tutte le innovazioni e i servizi che rendono lo yachting una delle frontiere più esclusive dell’arte di vivere.

Espressione perfetta dei valori distintivi del lusso esperienziale, il Monaco Yacht Show rappresenta, infatti, il connubio fra passione e innovazione, prestazioni e classe, uniti ad una sempre maggiore attenzione alle esigenze del cliente, all’insegna dell’unicità.

Per questo 2013, gli organizzatori del Monaco Yacht Show puntano a bissare il successo dell’edizione precedente, che aveva registrato un’affluenza record di oltre 33 000 visitatori;  la selezione di yacht in esposizione quest’anno al Port Hercule, con 40 lanci in anteprima mondiale, ha tutte le carte in regola per richiamere sulla banchina monegasca professionisti e appassionati da ogni angolo del pianeta.

Un raduno di questo tipo offre anche l’imperdibile occasione di avanzare qualche riflessione sul mondo della nautica, nonché di accendere i riflettori su un settore che in Italia viene troppo spesso dimenticato, ma che dispone di grandi potenzialità a livello economico e sociale. 

Secondo il Rapporto 2012 sull’Economia del Mare, la nautica ha dimostrato di saper far fronte alla crisi con maggior slancio rispetto ad altri comparti dell’economia italiana, qualificandosi come in controtendenza sul fronte dell’occupazione e dell’ampliamento del tssuto imprenditoriale. Una fotografia positiva, dunque, che fornisce dati interessanti : 211mila imprese, 800mila lavoratori impiegati, un contributo diretto al valore aggiunto prodotto nel Paese di oltre 41 miliardi di euro e quasi il doppio originato a monte e a valle della filiera in maniera indiretta.

Per poter valorizzare al meglio la filiera nautica, settore trasversale di risorse e competenze, è fondamentale il supporto di un sistema camerale determinato nel giocare un ruolo-guida nel rilancio del settore. In questo senso il Monaco Yacht Show, al quale parteciperà anche la Camera di Commercio Italiana di Nizza, rappresenta un appuntamento importante nel percorso di internazionalizzazione delle nautica italiana. Un’occasione importante per fare il punto della situazione e per riflettere sulla competitività della filiera nautica.